Traduzione di Riccardo Duranti

Stagione 2023
2023, 416 pp.

ISBN: 9791255750130

€ 21,00
“Susan Straight è una voce essenziale nella narrativa americana”. THE NEW YORKTIMES BOOK REVIEW
  • Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Sinossi

In California basta il colore della pelle per essere considerati “stranieri”, anche quando si vive negli Stati Uniti da sempre. Lo sa bene l’agente della polizia stradale Johnny Frías, che vent’anni prima, nel deserto di Bee Canyon, ha ucciso un uomo bianco che violentava brutalmente una ragazza. Per un capriccio del destino, le conseguenze di quell’antico delitto si intrecciano con la vita di Ximena, giovane clandestina che un giorno trova una bambina abbandonata in una stanza della clinica dove lavora in nero. Ai racconti di Johnny e Ximena si uniscono quelli di Matelasse e Merry, di Dante e Ivy, dell’eccentrica signora Bunny che finge di essere molto più vecchia della sua età: sono storie di quotidiana violenza e discriminazione, ma anche di amori tenaci e amicizie indissolubili. Mecca è un affresco di voci che parlano di una California diversa, lontana dai riflettori: arida e rocciosa, divorata dagli incendi, fatta di confini pericolosi e di strade leggendarie. Al mito del West e dell’eroe solitario, Susan Straight contrappone la forza della comunità, dei legami affettivi e delle famiglie d’elezione, e ci offre un canto d’amore per una terra capace di accogliere e di trasformarsi in un luogo di passaggio verso un futuro migliore.

Questo libro è per chi riconosce al primo sguardo tutti i modelli di auto, per chi arriva all’ultimo fotogramma di Thelma e Louise sperando che la loro macchina possa spiccare il volo, per chi impara modi di dire desueti per stupire gli sconosciuti, e per chi nel vento che da sempre sferza la sua terra non vede una minaccia ma il caldo abbraccio di una madre.

Autore

Susan Straight
Susan Straight vive e insegna a Riverside, California. Autrice di numerosi romanzi e racconti, è stata nalista al National Book Award e ha ricevuto vari premi, tra cui il Los Angeles Times Book Prize, l’Edgar Award for Best Short Story, l’O. Henry Prize, e una Guggenheim Fellowship. Scrive per The New Yorker, The New York Times, The Guardian, Granta e Harper’s. Mecca è stato finalista al Kirkus Prize 2022 e al Dayton Literary Peace Prize 2023, e nominato tra i dieci migliori libri del 2022 dal Washington Post e dal New York Times.