SongBook di Una perfetta geometria

SongBook di Una perfetta geometria

Questa songbook nasce dalla convinzione che il libro inizi e finisca con un brano di Tom Waits. Ho costruito la playlist partendo da quel ricordo (in realtà si trova molto più avanti) con l’idea di ritornare a Waits, con la canzone che chiude il romanzo, in una sorta di circolarità geometricamente perfetta. In mezzo altri tre brani, racchiusi in appena quattro pagine: sono diffusi dalle casse di un ristorante in forma di rassicurante sottofondo, lounge o chill out che dir si voglia, esecrati dal protagonista a tal punto da costringerlo ad abbandonare il locale. Ho scelto di inserirli nella versione autentica e in una cover, a mio parere, all’altezza dell’originale con il risultato che avete sotto gli occhi (e nelle orecchie).
Ma si tratta di un falso: a cose fatte mi sono accorto che, senza considerare il brano dal “White Album” dei Beatles citato in esergo, la prima canzone che si incontra è “Thunder Road” di Bruce Springsteen, suonata addirittura in un autoradio in versione cassetta. La mia visione risulta così del tutto fraudolenta (senza contare che in geometria ogni figura è perfetta, non solo la circonferenza e quindi anche la giustificazione in tal senso è del tutto pretestuosa).
Ma ormai mi ero affezionato all’idea ho deciso di lasciarla così: sono convinto che ad Adriano Panatta questo falso involontario piacerebbe: lui di ricordi ingannevoli sembra essere un vero esperto. Buon ascolto.

Tom Waits – I hope that I don’t fall in love with you – 1973

Bob Dylan – Just Like a Woman – 1966

Nina Simone – Just Like a Woman – 1971

Beatles – Eleanor Rigby – 1966

Richie Havens – Eleanor Rigby – 1967

Patti Smith – Because the night – 1978

The Selecter – Because the night – 2015

Tom Waits – Hold On – 1999



0

Your Cart